Home » Articoli » Viaggio sull’isola di Java parte Orientale

Viaggio sull’isola di Java parte Orientale

Malang la baraccopoli dai 1000 colori, vista dell’alba sul Monte Bromo ed escursione sul cratere del vulcano

Agosto in Indonesia tra Malang e il Monte Bromo

Dopo un breve volo da Denpasar arriviamo, finalmente a Surabaya.

Neanche il tempo di scendere dall’aereo e siamo immediatamente circondati da decine di tassisti pronti a offrirti molto insistentemente passaggi a prezzi maggiorati.

Noi abbiamo preferito optare per un più sicuro Grab e andare alla stazione dei treni. Il treno per Malang costa 50.000 rupie ( 3€ circa). I tassisti ne chiedono sui 50€. Consigliamo di avere a portata di mano una felpa sui treni indonesiani, perché l’aria condizionata nei vagoni è impostata praticamente su Polo Nord.

Malang

Lasciati gli zaini al Maxone Hotel, andiamo a visitare la città.

Purtroppo ci rendiamo conto che Malang non ha molto da offrire ma è il punto perfetto dal quale partire per le gite sul Bromo di cui vi parleremo più avanti nell’articolo… Una attrazione però che merita di essere visitata c’è ed è il quartiere colorato o Colorful District. Beh che dire… Sarà anche l’unica attrazione della città ma vale veramente la pena di vederla.

Nata grazie all’impegno degli abitanti del posto, che volevano salvarlo dall abbattimento. Questa baraccopoli sarà uno dei posti più colorati che vedrete nella vostra vita. Essa si divide in 2 parti una dipinta di 1000 colori e l’altra che più recentemente è stata dipinta completamente tutta di blu. Non solo per il colore delle case ma anche le persone che ci abitano vi accoglieranno tutte con un gran sorriso.

Si può vedere sia in maniera gratuita da sopra il ponte che divide la parte colorata dalla la parte blu, oppure al prezzo di 3.000 ( 0.20 € circa, soldi che vengono impegnati per la comunità che ci abita) si può scendere nella baraccopoli e passeggiare tra i suoi scorci uno più colorato dell’altro.

Bromo

Bromo sunrise tour

Svegli a mezzanotte, (praticamente non abbiamo dormito) aspettiamo la jeep che da lì tramite un viaggio che consigliamo di fare a stomaco vuoto (loro ci hanno offerto la colazione che noi abbiamo preferito mangiare in seguito), arriviamo finalmente nel punto dal quale si sale a piedi per la vista panoramica . Qui volendo ci sono dei baracchini dove si può bere un caffè o un thè caldo prima dell’alba o mangiare dei noodles, scaldarti vicino al fuoco che esce dai barili di latta o usare il bagno ( bagni turchi non proprio puliti che costano 5000 rp 0,30 €). Siccome la strada è completamente zeppa di altre jeep, consigliamo di portarsi dietro una mascherina, che servirà inoltre anche per salire in seguito sul Bromo. Una delle esperienze più belle che potete fare nella vita secondo me è vedere l’alba sopra un vulcano, peccato però che nel momento in cui l’alba è arrivata, la foschia a noi ha deciso di non farci vedere praticamente nulla. Inoltre il View Point è talmente pieno di gente che vi consigliamo di salire su il prima possibile per trovare il punto ideale dove aspettare. Noi nonostante fossimo vestiti adeguatamente abbiamo avuto comunque tantissimo freddo, fortuna che li intorno ci sono tantissime signore che affittano coperte e stuoie per sedersi! Speriamo che voi abbiate più fortuna!

Passeggiata sul cratere

Una volta che il sole è sorto, siamo partiti per la seconda tappa del tour. Complice il caldo che già iniziava ad arrivare i finestrini della jeep sono rimasti abbassati fino quasi al punto di arrivo, di conseguenza abbiamo dovuto indossare la mascherina per quasi tutto il tragitto perché entravano kg di polvere da fuori. La camminata fino al cratere è abbastanza facile. Anche se noi siamo tutt’altro che allenati, ci abbiamo impiegato circa 1 ora. Inizia su un terreno sabbioso che porta fino a una salita che si può fare sia a piedi che con i cavalli (noi l’abbiamo fatta a piedi consigliamo di farlo anche a voi, quei cavalli sembravano messi parecchio male), si finisce con una lunga scalinata sulla quale per fortuna ogni 15-20 gradini circa c’è una piccola piazzola laterale dove riposare qualche minuto.

Una volta in cima, finalmente si vede il cratere. Uno spettacolo!Vi lasciamo le foto come descrizione del paesaggio perché noi non abbiamo parole per farlo… Fate solo attenzione a dove mettete i piedi perché il parapetto c’è solo nei prima 4-5 metri del cratere.

Savannah

Finita la tappa al cratere ci è rimasta da vedere solo la Savannah un collina che sicuramente in primavera è da togliere il fiato, ma purtroppo per la mancanza di pioggia dei giorni prima, tutto il paesaggio non era al massimo dii quello che poteva offrire.

Il tour lo abbiamo trovato su Google e prenotato su questo sito . Prezzo 550.000 (33,40 € circa) a persona con pagamento in contanti. Ricordiamo inoltre di contrattare sempre sul prezzo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *