• Menu
  • Menu
Home » Articoli » Viaggio sull’isola di Java Yogyakarta

Viaggio sull’isola di Java Yogyakarta

Agosto in Indonesia

Sicuramente la città più comoda per raggiungere i templi più famosi e importanti dell’Indonesia. (dei quali vi parleremo nel prossimo articolo, che potete leggere cliccando sotto).

Per noi invece è stata una piacevole scoperta. Essa è l’unica regione dello stato ad avere a capo un sultano come governatore e un principe come vice. Infatti il palazzo del sultano è una delle attrazioni della città. Ma di questo ve ne parleremo più giù nell articolo.

Arrivo a Yogyakarta

Una volta arrivati alla stazione del treno, siamo andati a informarci subito per il biglietto del treno che ci avrebbe portato all’aeroporto 3 giorni dopo. Scoprendo che lo si poteva comprare solo il giorno prima della partenza.

Yogyakarta non è una città molto grande, infatti l’abbiamo visitata tutta in 1 giornata divisa in 2 pomeriggi.

Raggiunto l’Aveta Hotel, dove abbiamo lasciato i bagagli, siamo partiti a piedi per scoprire la città.

Malioboro street

Via centrale di Yogyakarta, piena di negozi, street food e sopratutto vita notturna. Molto caotica di giorno e ancora di più la sera quando diventa pedonale e si riempie di persone. Anche tutte le attrazioni principali della città sono più o meno su questa via. Per i souvenir andate da Jogja pasaraya, lì abbiamo preso praticamente tutti i souvenir che ci servivano perché ne avevano di ogni tipo.

malioboro street di notte

Pasar Beringharjo

Situato sulla Malioboro street, questo mercato coperto è sicuramente uno dei più autentici che abbiamo trovato, sopratutto se vi ci addentrate saltando tutta la parte iniziale.

Qua potete trovare di TUTTO letteralmente dai souvenir al cibo (sia fresco che non), ai gioielli o qualsiasi cosa vi venga in mente. Siccome è molto grande, a più piani e senza una reale logica, fate attenzione a non perdervi come abbiamo fatto noi, abbiamo faticato a ritrovare l’uscita una volta essere arrivati in cima.

mercato yogyakarta
frutta secca mercato yogyakarta

Museum Sonobudoyo Unit I

Museo dell’arte e della cultura indonesiana che non dovete assolutamente perdervi! Il costo dell’ingresso è di 10K circa 0,60 cent, prezzo irrisorio per quello che offre.

Oltre al patrimonio artistico e culturale all’interno si può assistere a un video di uno spettacolo di burattini e decorare insieme a un insegnante locale il proprio mini batik (tessuto tipico indonesiano) tutto incluso nel biglietto. Purtroppo per noi abbiamo scoperto troppo tardi che la sera sempre incluso nel prezzo del biglietto si può assistere dalle 20 di sera fino alle 21:15, anche a uno spettacolo di burattini fatto dal vivo. Di fianco al museo tramite una porta laterale ci è capitato anche di assistere a delle prove di musica strumentale indonesiana, suonata da anziani, non sappiamo per cosa si esercitassero o se lo fanno sempre, ma se sentite degli strumenti suonare avvicinatevi senza timore.

museo cultura indonesiana
scuola di musica per anziani a yogyakarta

Taman Sari

Antico giardino del palazzo reale costruito per volere del primo sultano di Yogyakarta. Diviso in 4 aree diverse con piscine, tunnel sotterranei e la famosa scalinata sotterranea, che purtroppo quando siamo andati noi era chiusa (purtroppo non abbiamo trovato notizie su questo e non sappiamo quando e se riaprirà al pubblico). Esso si trova poco lontano dal centro ma ci si può arrivare tranquillamente a piedi usando però Maps perché purtroppo non è molto segnalato e bisogna passare in mezzo a delle viette che sembrano quasi cortili privati. In alternativa si può sempre optare per un Grab o risciò (in qualsiasi via troverete locali che vi proporranno insistentemente questo servizio). Prezzo 25.000rp (1,50 € circa) orario 9-15. Entrando troverete le piscine all’interno delle quali si facevano il bagno le concubine del sultano il quale salendo su una delle 2 torri sui lati, e lanciando una magnolia sceglieva con quale di loro avrebbe passato la notte. Sulla torre si può salire e sicuramente la vista dall’alto sulle piscine è degna di un sultano

Andando avanti ci si ritrova in una piccola piazza dove ci si può rinfrescare con una bibita dalle bancarelle circostanti, da lì, entrando per un breve tratto nella città, ci si arriva sia alla scalinata che a un tunnel all’interno del quale non c’è niente di memorabile però vengono sicuramente delle belle foto anche perché poco conosciuto. Noi abbiamo avuto anche la fortuna di vedere una decina di ragazze vestite con gli abiti tradizionali intente a fare un video televisivo/musicale che sicuramente in quel paesaggio erano perfette.

dimora sultano
tunnel sultano
set video

Sumur Gumulin non è solo un pozzo con 5 scalinate ma anche una moschea. Faceva anche da bunker in caso di attacco. Le 5 scalinate simboleggiano i 5 pilastri dell’islam:

  • – La testimonianza di fede shahada
  • -La pregiera salat
  • – L’elemosina zakat
  • – Il digiuno salum
  • – Il pelegrinaggio hajj
  • Che peccato non averlo potuto vedere!

Sicuramente una delle nostre città indonesiane preferite!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *