Home » Articoli » Come organizzare un viaggio in Giappone in solitaria
Tempio dorato imperatore Kyoto

Come organizzare un viaggio in Giappone in solitaria

Tutte le informazioni essenziali da sapere prima di partire, se vuoi organizzare il tuo viaggio in Giappone in solitaria comincia da qui.

Erano le vacanze di Natale del 2018, era la mia prima volta Asia o all’infuori dell’Europa in generale. Ho dedicato gran parte del mio tempo libero a organizzare un viaggio in Giappone in solitaria, così tanto che non mi ero convinto, ma molto di più, che sarebbe andato tutto secondo i miei piani e così fu. Venendo io da una piccola provincia del nord Italia, ho sprecato parte della mia vita appresso a influenze esterne con poca flessibilità mentale, adattandomi.
Il mio adattarmi si è anche riflesso sulla passione per i viaggi, che per non fare in solitudine, ho buttato via molte delle mie vacanze al seguito di altre persone, spesso in posti che neanche sarei voluto andare.

Ecco come organizzare un viaggio in Giappone passo passo

Cosa mi ha spinto a intraprendere questo viaggio?

Un giorno come molti, al bar con amici, si cominciò a parlare che avremmo dovuto fare un viaggio nel Sol Levante nelle vacanze di Natale, fummo tutti d’accordo che da quel giorno (un giorno di aprile) ai primi di settembre avremmo prenotato i biglietti aerei. Come a mio solito, non sapendo niente del Giappone cominciai a informarmi, a leggere tantissimo e imparare qualche parola di giapponese, ero molto gasato, sarebbe stato il mio primo viaggio intercontinentale.
Quando il mese luglio, tutti gli amici del bar “tirarono il pacco” io non ne volevo sapere e sono andato avanti per la mia strada, fanculo tutti! Io compro i biglietti e parto da solo.

È sicuro viaggiare in Giappone in solitaria?

Senza dubbio sì. Il Giappone secondo l’Istituto per l’Economia e la Pace, nel loro rapporto sull’indice di pace globale stilato nel 2022, si trova nella top ten dei paesi più sicuri, precisamente all’ottavo posto su 163 paesi presi in esame. Il rischio non è però del tutto nullo ovviamente, nel paese sono presenti vari frange di culti non convenzionali, a volte estremisti, che in passato hanno portato ad attacchi sui civili, l’ultimo caso fu l’attacco nella metro di Tokyo nel 1994, nel quale morirono 14 persone avvelenate. Mi è stato anche detto da gente del posto (ma non ho verificato), di prestare molta attenzione (soprattutto al calar del sole), ai borseggiatori, nel quartiere Roppongi.

Zona che sconsiglio al di là del fatto dei ladri, troppo occidentale, visitata per lo più da Americani ed Europei, con locali studiati apposta per assomigliare ai nostri, non rispecchia per niente l'atmosfera che dovrebbe avere un sobborgo giapponese.

Biglietti aerei

Dal mese di luglio ho salvato i giorni e le tratte dei voli da me scelti, sul sito Skyscanner, da desktop, in modo che ogni ad  variazione di prezzo o aggiunta di voli nuovi, mi sarebbe arrivata un’eMail di notifica tipo questa:

tipo di email inviate dal sito skyscanner

Verso la fine del mese di agosto, ci è stata una brusca diminuzione di 200€ su biglietto a/r con compagnia KLM, con scalo ad Amsterdam, decido che quello era il momento giusto.
Sconsiglio di procedere all’acquisto dei biglietti direttamente da Skyscanner.it, ma piuttosto di usarlo come motore di ricerca, così da poi comprare i biglietti direttamente dall’app o sito UFFICIALE della compagnia aerea. Agenzie come eDreams e altri prendono commissioni spesso alte, solo per rigirare i dati che gli fornite ai vari siti delle compagnie, ormai prendere biglietti aerei è diventato facilissimo.

Japan Rail Pass

Un acquisto indispensabile se si vogliono visitare più località, il Japan Rail Pass ti permette di risparmiare parecchi soldi sugli spostamenti locali e quelli verso altre prefetture (regioni del Giappone). Potete effettuare l’ordine sul sito ufficiale anche mesi prima (consigliato) della vostra partenza, vi verrà spedito a casa vostra un coupon come questo:

Una volta che sarete in Giappone, in qualsiasi ufficio JR (li troverete in aeroporto o nelle stazioni più importanti), potete convertirlo nell’abbonamento vero e proprio che sarà valido da quel giorno in poi.

Japan Rail Pass (parte esterna)
Japan Rail Pass (parte esterna)
interno japan rail pass
Interno Japan Rail Pass

È disponibile nella versione da 7, 14 o 21 giorni, i prezzi in questo momento sono rispettivamente: 193€, 308€ e 393€, si raccomanda di effettuare l’acquisto solo dal sito ufficiale.
Il “Pass” include spostamenti con ogni treno della compagnia JR, anche i famosi Shinkansen (treni proiettile), senza nessun limite se non la sua scadenza. Però, bisogna prestare particolare attenzione che sul treno/metro che prenderete sia specificato il logo della compagnia, in Giappone ci sono diverse compagnie che operano sul territorio e sbagliarsi è una cosa comune.
A differenza di quando si comprano biglietti ordinari, non si convalida nelle apposite macchinette, ma in corrispondenza dei tornelli, va mostrato a una persona autorizzata al controllo, che di solito si trova dentro un piccolo gabbiotto con le vetrate.

Io ho girato quasi tutti i quartieri famosi di Tokyo solo usando metro/treni di questa compagnia.

Internet Pocket Wi-Fi

Per l’utilizzo dei dati internet ho optato per un pocket Wi-Fi, trovato sul sito japan-wireless.com, viaggiando da solo avrei anche potuto optare per una sim, così da non ricaricare un dispositivo in più ogni sera, se siete in più persone invece lo raccomando di sicuro.
Dal sito è possibile scegliere il luogo di ritiro, che può essere un ufficio postale qualsiasi o nei principali aeroporti (comunque sempre negli uffici postali). Io ho scelto il prelievo direttamente in aeroporto a TokyoNarita (mio aeroporto di arrivo dall’Italia), in modo da avere internet fin da subito e gestire gli spostamenti successi con Google Maps, che in Giappone (almeno per quanto ho visto io) funziona benissimo.
Nel pacchetto che ritirerete, troverete anche una busta precompilata per la riconsegna, una volta esaurito il tempo del noleggio che averete pagato, bisogna semplicemente riporre nella busta il pocket Wi-Fi ed eventuali cavetti, chiuderla e imbucarla in qualsiasi buca lettere per le spedizione postali.
Per esempio io lo ho noleggiato fino al giorno nel quale avrei lasciato il paese, per poi “imbucarlo” all’aeroporto di Osaka – Kansai (mio aeroporto di ritorno per l’Italia)

I soldi

Come ormai la maggior parte dei paesi sviluppati, le vostre carte Mastercard, Mastro, Visa etc. Verranno accettate dai bancomat, che vi permetteranno di ottenere valuta locale. Ovviamente è sconsigliato cambiare denaro in aeroporto, a meno che non sia strettamente necessario, piuttosto meglio farlo nei vari “Money Exchange” (segnalati da questi logogrammi: 両替) in giro per le grandi e medie città.
Se avete proposito di passare lì anche le vacanze di capodanno, da ricordare assolutamente che dal 31 dicembre al 3 gennaio inclusi, banche e maggior parte dei bancomat sono chiusi per ferie in tutto lo Stato, se come me aspetterete il 30 dicembre per ritirare qualche soldo, aspettatevi lunghe file.

La lingua

All’infuori della città di Tokyo, difficilmente troverete qualcuno che parli un buon inglese (o inglese in generale). Funziona sempre il linguaggio universale dei gesti e del farsi capire indicando cose (più si è disperati è più ci si riesce capirsi di solito).
Quindi per evitare di arrivare all’apogeo del panico, nella incasinatissima stazione centrale di Tokyo o di ritrovarsi a mangiare un piattone di solo riso bianco ordinato per sbaglio, sarebbe meglio imparare almeno qualche parola di sopravvivenza.
Google traduttore (quasi sempre) funziona molto bene se usato in lingua inglese, vi permette anche di scansionare i logogrammi e ascoltare la pronuncia, può tornare utile sapere che il treno diretto a 広島, è in realtà il vostro passaggio per Hiroshima.
Di seguito qualche parola utile per un turista:

空港  Cùcoo → Aeroporto
電車 Denscià → Treno
一人 Hitòri → Solo me, sono da solo
1つ,2つ,3つ... Ittzù, Ftatzù, Mittzù → 1 pezzo, 2 pezzo, 3 pezzi (utile per quando compri cibo alle bancarelle)
入口 Irìguci → Ingresso
出口 Déguci → Uscita
新幹線 Scincàn-sen → Treno veloce interregionale
肉抜き, チーズ抜き Nicù-nuchì, Cìzu-nuchì → Senza carne, Senza formaggio (per vegetariani o intolleranti)
右, 左, 真っすご Mìghi, Ihdàri, Massùgu → Destra, Sinistra, Dritto
ここ, そこ Còco, Zòco → Qui, Lì
これください Corè-cudasài → Questo per favore
ありがとう Arigàtoo → Grazie
水をください Mizùo-cudasài → Posso avere dell'acqua per favore
こんにちは Connìciwà → Buongiorno
こんばんは Conbànwà → Buona sera
下宿 Ghesciùc → Alloggio
ラーメン → Ramen
すみません Sumìmasen (scìmasen nel parlato) → Scusami
タクシー Tàksci → Taxi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *