Home » Articoli » Viaggio tra Svizzera, Vaduz e castello di Neuschwanstein
Castello di Neuschwanstein

Viaggio tra Svizzera, Vaduz e castello di Neuschwanstein

Viaggio attraverso la Svizzera, per arrivare al Castello di Neuschwanstein passando per Vaduz, la capitale del Liechtenstein

Se cercate un regalo di compleanno particolare, un viaggio sarà quasi sicuramente gradito. Noi abbiamo deciso di regalarlo a mia madre. Meta, Castello di Neuschwanstein. Partiamo la mattina presto dalla provincia di Varese dove abitiamo e ci dirigiamo verso il confine svizzero.

Qui come prima cosa bisogna comprare la “vignetta” Autostradale. Il prezzo è di 40 franchi (unica variante di vignetta possibile) ed è valida fino al 31 Dicembre dell’anno in corso. La trovate nelle stazioni di servizio oppure negli uffici doganali sul confine.

Per me che sono cresciuta a Roma la Svizzera mi sembra come vedere dal vivo il cartone di Heidi. Pieno di paesaggi immersi nel verde! Prima poi vi scriveremo anche da qui.

Una volta impostato il tragitto ci rendiamo conto che la strada ci avrebbe portato ad passare vicino Vaduz, la capitale del Liechtenstein. Non potevamo perdercela!

Storia del Liechtenstein

Più famoso per le sue banche che per le sue attrazioni turistiche (infatti non ne ha molte).

La sua storia inizia quando, dopo la sconfitta dell’impero Austro-Ungarico a fine della seconda guerra mondiale (di cui il Liechtenstein era alleato), per non perdere tutti i soldi in suo possesso, il paese dovette sancire un patto doganale con la Svizzera, che gli permise di rinunciare alla moneta Austro-Ungarica e adottare il Franco come moneta locale.

In seguito, dopo un inondazione avvenuta nel 1927 le casse dello stato furono prosciugate quasi del tutto. Si decise perciò di introdurre il segreto bancario per scongiurare il fallimento di esse. A oggi però questo segreto non c’è più.

Cosa vedere e dove mangiare a Vaduz spendendo poco

La capitale Vaduz, è quasi più piccola di come ce l’aspettavamo. Bastano poche ore per visitarla tutta. Approfittando del parcheggio gratuito nei week end in centro siamo riusciti a girare tutta la città a piedi.

Sicuramente la vista del castello immerso nel verde, che si può osservare da quasi ogni angolo della città, è una delle attrazioni più iconiche che possiate vedere. All’interno però ci abitano ancora oggi i sovrani del paese (il Liechtenstein infatti è una monarchia costituzionale), quindi lo si può vedere solo da fuori.

I Tre Cavalli in bronzo dell’artista svizzero Nag Arnoldi sono uno dei punti più fotografati della città, si trovano di fronte il municipio.

Inoltre altre attrazioni che noi non abbiamo visto, sono:

Ovviamente essendo un paese ricco economicamente, oltre alle attrazioni “convenzionali”, potete trovare anche un mega negozio di orologi di lusso e brand di abbigliamento di alta moda.

Per quanto riguarda il mangiare: diciamo che l’unica cosa che ci potevamo permettere era un kebab al CENTRUM RESTAURANT & BAR, certo non il più economico (12 CHF) e neanche il più buono, ma siamo pur sempre in uno dei paesi più ricchi d’Europa.

Come avrete già capito, per noi la città di Vaduz non è proprio tra le nostre preferite, non che ci aspettassimo granché. Ma sicuramente se siete curiosi come noi di conosce e vedere posti nuovi con i vostri occhi, non potrete lasciarvela scappare. La cosa positiva e che sicuramente ci sono pochi turisti quindi riuscirete a godervela a pieno in tranquillità.

Castello di Neuschwanstein e dintorni

Sicuramente tra i posti più belli visitati in Europa per me, il sud della Germania è uno dei miei preferiti. Adoro sia i paesaggi che le sue città.

Essendo andati in macchina abbiamo potuto prendere l’alloggio prenotato con Arb&b in zona Bad Kohlgrub a un’ora dal castello. Un comune che con il suo piccolo centro vi farà già entrare con la mente in una favola Disney.

Gli alloggi più vicino al castello constavano tantissimo!

Dove mangiare

Per quanto riguarda il mangiare, vi consigliamo due posti sempre lontani dal castello ma ottimi a livello di cibo. Dovete però munirvi del traduttore perché i menu sono solo in lingua tedesca. Altrimenti potete farvi aiutare dai vostri vicini di tavolo e magari concludere bevendo una birra insieme a fine serata, come capitato a noi.

Il primo è il Restaurant Gut Westerhart a Buxheim. Qui consigliamo il Currywurst, uno dei piatti tipici bavaresi più famosi dopo lo stinco di maiale.

Il secondo è il Gasthof Heimgarten a Bad Kohlgrub. Qua ho mangiato il miglior filetto al cognac mai mangiato in vita mia. Ancora oggi quando mi capita di ricordarlo, mi viene l’acquolina. Purtroppo il ristorante risulta chiuso definitivamente ma se vi capita di trovare questo piatto in altri posti, provatelo! Non ve pentirete.

La storia del castello

Immerso nel bosco e circondato da una grande vallata, non puoi non sentirti catapultato in una favola. Infatti il castello è quello dal quale Walt Disney ha preso ispirazione per alcuni dei suoi cartoni come, la bella addormentata nel bosco e Biancaneve, nonché per il logo della sua società.

Costruito per volere del Re Ludovico II di Baviera, usando solo le sue ricchezze. Egli infatti voleva un posto isolato e lontano da tutto, da poter usare come rifugio personale. Sovraintendendo i lavori dal vicino castello di Hohenschwangau proprietà della sua famiglia, morì senza riuscire a vederlo finito.

Il nome del castello tradotto in italiano sarebbe “nuova pietra del Cigno” e trae il suo nome da Lohengrin, (il Cavaliere del Cigno) in omaggio al compositore Richard Wagner del quale il re era amico e fan.

Parcheggio e biglietti

Preparatevi a camminare perché il parcheggio più vicino dista una ventina di minuti a piedi da castello, quasi tutti in salita. Il costo del parcheggio è di 10 € ed è valido per tutto il giorno.

A metà strada circa troverete la biglietteria dove troverete una lunga fila già la mattina presto. Il prezzo del biglietto di solo il castello di Neuschwanstein e di 20,50 € altrimenti ci sono varie offerte cumulative per visitare anche il vicino castello di Hohenschwangau e altri siti vicini. Su questo sito troverete i prezzi e gli orari dei vari biglietti. La visita dura una mezz’ora e si può effettuare solo insieme alla guida (inglese). Inoltre all’interno del castello di Neuschwanstein è vietato fare foto o video.

L’interno del castello

Una volta all’interno, la guida vi condurrà attraverso le stanze principali spiegandovene la storia, purtroppo in modo anche abbastanza sbrigativo avendo poco tempo a disposizione.

Le stanze più ci hanno impressionato di più, sono:

La Sala dei Cantori. Qui venivano organizzati i balli e le feste circondanti da gli affreschi più belli del palazzo. Provo un po’ di invidia a immaginarmi come doveva essere un ballo qui!

-La Sala del Trono, enorme! Però mai utilizzata

-La Grotta. Sì, all’interno il re fece costruire addirittura un piccola grotta con stalattiti e stalagmiti. Chi non ne vorrebbe una in casa!

-La balconata. Unico punto dove le foto sono permesse. Infatti bisogna fare la fila per riuscirci ma merita assolutamente perché ti dà accesso a una vista stupenda su tutta la vallata.

Sfortunatamente per noi che non ci informavamo mai prima di un viaggio, abbiamo scoperto una volta lì che in tutto il palazzo stavano facendo una mega opera di restauro, quindi la facciata e molti degli affreschi all’interno erano coperti di impalcature. Fortunatamente per voi, i restauri saranno finiti in primavera del 2024 quindi riuscirete a godervi appieno la visita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *